BULLISMO E CYBERBULLISMO

Con il termine bullismo s’intende un comportamento aggressivo ripetitivo nei confronti di chi non è in grado di difendersi.  Infatti ciò che contraddistingue questo fenomeno è il rapporto asimmetrico esistente tra vittima e bullo: la prima è impossibilitata o non ha le abilità per far cessare l’atto aggressivo nell’immediato e il secondo compie l’atto volontariamente

It is a long established fact that a reader will be distracted by the readable content of a page when looking at its layout. The point of using Lorem Ipsum is that it has a more-or-less normal distribution of letters, as opposed to using ‘Content here, content here’, making it look like readable English. Many desktop publishing packages and web page editors

There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour, or randomised words which don’t look even slightly believable. If you are going to use a passage of Lorem Ipsum, you need to be sure there isn’t anything embarrassing hidden in the middle of text. 

I NOSTRI RELATORI

Cristina Michilli

Psicologa e Psicoterapeuta

Renata Taddei

Psicologa e Psicoterapeuta

Pierpaolo Forte

medico chirurgo medicina d'urgenza

Il bullismo elettronico è un vero e proprio abuso di potere in cui il bullo prevarica la vittima attraverso la violenza verbale (insulti, minacce, denigrazioni, persecuzioni etc…). I Social Network sono la modalità d’attacco preferita dai cyberbulli che di solito colpiscono la vittima attraverso la diffusione di video, foto e immagini denigratorie. Infatti, alcuni dei maggiori problemi dei Social Network sono l’anonimato e il furto d’identità. Spesso, dietro una richiesta senza un volto e/o con un identità fasulla, si nascondono offese e insulti.
Il cyberbullismo è stato riconosciuto come un disagio sociale profondo e radicato: per molti ragazzi arriva a compromettere il rendimento scolastico e nei peggiori casi può comportare serie conseguenze psicologiche come la depressione e il suicidio. A partire dai comportamenti a rischio, in questo corso verranno illustrate le condotte e le azioni che mettono a repentaglio il benessere fisico e psichico del minore.
Il corso, inoltre, intende offrire nuovi spunti di riflessione utili per utilizzare i Nuovi Media in rapporto alle generazioni nel contesto contemporaneo come l’educazione all’utilizzo della rete, l’ascolto psicologico, la prevenzione, il dialogo tra Scuola e Famiglia.

INFO SUL CORSO

Durata del Corso

60 MINUTI

Numero Persone

20 PERSONE

Rimborso Corso

10 EURO A PERSONA